UNAI - Unione Nazionale Amministratori di Immobili

Rosario Calabrese

Rosario Calabrese

URL del sito web: Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Non ci sono eventi per i prossimi giorni

Iscrizioni ancora aperte con possibilità di rivedere le lezioni già svolte

Perchè scegliere noi

Il corso di amministratore di condominio UNAI è il miglior prodotto sul mercato:

  • 28 moduli tematici che abbracciano in maniera sintetica, ma completa, tutte le materie che un amministratore di condominio deve conoscere per fare bene il suo lavoro.
  • Dispense stampate su carta, organizate in 72 Unità Didattiche, che sono il frutto dell’esperienza della più antica associazione della categoria.
  • Didattica studiata per eccompagnare il discente da una fase iniziale che che si presuppone digiuna di qualsiasi concetto specifico, per giungere gradualmente alla acquisizione di una terminologia specifica e ad una formazione specialistica in materia condominiale. le lezioni sono state studiate con l'apporto congiuto di specialiste specifici (giuridici etc.) ed esperti di psicologia e pedagogia.
  • Esame finale con quiz a risposta multipla e successiva, aseguire, prova orale.
  • Attestato finale, che certifica la formazione acquisita, abilitante ai sensi dell'art. 71 bis della legge 220 del 2013 (nuova normativa sul condominio) che vale 72 cfp (crediti formativi professionali).

Cosa prevede il corso

Il corso propedeutico per Amministratore di Condominio UNAI consente di acquisire una formazione di altissimo livello, grazie a dispense di alta qualità e contenuto, accompagnate da una didattica specificamente studiata, erogata esclusivamente da docenti abilitati, professionisti iscritti nei rispettivi albi, magistrati e docenti universitari.   Non sono ammessi in cattedra, c.d. "esperti" che non appartengano alle categorie appena elencate, anche se fossero amministratori di condominio di chiara fama.

Alla fine del corso, il discente è messo in condizione, da subito, di poter esercitare l'attività di amministratore immobiliare in forma professionale.  Ad ogni modo, da subito, egli è iscritto all'UNAI e può beneficiare, all'occorrenza, della consulenza di esperti della materia (anche telefonicamente!) per risolvere gli eventuali problemi particolarmente complessi.

Nei due anni successivi, vesando la sola quota associativa, l'iscritto ai corsi UNAI potrà frequentare degli Approfondimenti Tematici che gli consentiranno di divenire un assoluto "esperto della materia".

Costo: quota associativa UNAI € 300,00 (anno solare) oltre contributo corso propedeutico di € 500,00 (costo applicato dalla sede di Roma. Ciascuna sede provinciale modula il contributo da versare in funzione dei propri costi di gestione)

Programma

MODULO 1 - Amministratore 1 :
  • 1. L'amministratore d'immobili e il contesto sociale
  • 2. Associazionismo di categoria e PFT UNAI
  • 3. Crediti formativi e obbligo di formazione continua

MODULO 2 - Amministratore 2 :
  • 4. L'europa e il mercato unico dei servizi
  • 5. Crediti formativi e obbligo di formazione continua

MODULO 3 - Contrattistica 1 :
  • 6. Le obbligazioni contrattuali
  • 7. Le patologie del contratto

MODULO 4 - Diritti reali 1 :
  • 8. Diritti reali e diritti personali di godimento
  • 9. La proprietà immobiliare
  • 10. Comunione, condominio e realtà edilizie similari

MODULO 5 - Urbanistica :
  • 11. La normativa urbanistica e i regolamenti edilizi
  • 12. Legistazione sulle zone territoriali di interesse
  • 13. Le barriere architettoniche

MODULO 6 - Diritti reali 2 :
  • 14. Natura e peculiarità dell'istituto condominiale
  • 15. Edificio condominiale e parti comuni essenziali
  • 16. Parti non essenziali e parti ad uso differenziato :

MODULO 7 - Diritti reali 3:
  • 17. Modificazioni delle parti comuni ed uso esclusivo
  • 18. Le innovazioni e il divenire del condominio

MODULO 8 - Sicurezza 1:
  • 19. La manutenzione programmata degli edifici
  • 20. La staticità del fabbricato
  • 21. Le norme di prevenzione incendi

MODULO 9 -Assemblea 1 :
  • 22. Convocazione, svolgimento, deliberazioni
  • 23. Gli attori e la gestione dell'assemblea

MODULO 10 -Assemblea 2 :
  • 24. Quorum assembleari e maggioranza deliberante
  • 25. Gestioni condominiali e quorum deliberativi
  • 26. Delibere su leggi speciali

MODULO 11 - Assemblea 3 :
  • 27. Verbalizzazione apertura e attività dell'assemblea
  • 28. La redazione del verbale di assemblea
  • 29. Esercitazione pratica sui quorum

MODULO 12 - Regolamento :
  • 30. Regolamento di condominio "tipico"
  • 31. Regolamento di condominio "contrattuale"

MODULO 13 - Millesimi e spese :
  • 32. Tabelle millesimali
  • 33. Spese condominiali: attribuzione e ripartizione
VERIFICA: Quiz a risposta multipla e dibattito

MODULO 14 - Tecniche di risoluzione dei conflitti 1 :
  • 34. Aspetti sociologici e psicologici del condominio
  • 35. Management e gestione dei rapporti umani
  • 36. La gestione della comunicazione interpersonale

MODULO 15 - Amministratore 3 :
  • 37. L'amministratore nel codice e nella pratica
  • 38. Poteri, doveri e responsabilità
  • 39. Il verbale di passaggio delle consegne

MODULO 16 - Tecniche di risoluzione dei conflitti 2 :
  • 40. La mediazione civile e il contesto legislativo
  • 41. La mediazione in condominio e l'amministratore

MODULO 17 - L'assicurazione :
  • 42. Specificità del contratto di assicurazione
  • 43. La RC fabbricato e l’assicurazione professionale
  • 44. Lettera commerciale, corrispondenza, PEC

MODULO 18 - Contabilità 1 :
  • 45. Il rendiconto annuale dell'amministratore
  • 46. Il rendiconto consuntivo del condominio

MODULO 19 - Contabilità 2 :
  • 47. Il preventivo d'esercizio
  • 48. Dalla gestione al consuntivo d'esercizio
  • 49. Analisi di alcuni consuntivi redatti

MODULO 20 - Contabilità 3 :
  • 50. Il piano dei conti, la cassa e le registrazioni
  • 51. Le gestioni negli esercizi condominiali
  • 52. Dallo stato patrimoniale precedente al consuntivo

MODULO 21 - Sicurezza 1 :
  • 53. Certificazione energetica dei fabbricati
  • 54. I sistemi di riscaldamento e di condizionamento

MODULO 22 - Sicurezza 2 :
  • 55. Normativa su impianti elettrici e ascensori
  • 56. Le norme relative agli impianti idrici
  • 57. DL. 37/08 e ss.m. sulla sicurezza degli impianti 

MODULO 23 - Fisco :
  • 58. Le imposte locali sugli immobili
  • 59. Il condominio e il fisco
  • 60. L'amministratore e il fisco

MODULO 24 - Contrattistica 2 :
  • 61.Lavoro autonomo e lavoro subordinato
  • 62. Contributi previdenziali

MODULO 25 - Contrattistica 3 :
  • 63. La gestione del contratto d’appalto
  • 64. Gli attori del contratto e il cantiere
  • 65. DIA, SCIA, PIMUS, DURC, PSC, POS

MODULO 26 - Informatica :
  • 66. Informatizzazione della contabilità condominiale
  • 67. Informatizzazione degli adempimenti dell'ufficio
WIDENING: Il sito internet condominiale

MODULO 27 - Contrattistica 4 :
  • 68. La locazione degli immobili urbani
  • 69. L’uso abitativo e gli altri usi locatizi

MODULO 28 - Contrattistica 1 :
  • 70. La locazione nell'ambito condominiale
  • 71. Il condominio locatore
  • 72. Oneri accessori e contributo alle spese comuni

ESAME FINALE ai sensi del Decreto n. 140/2014, Ministero del Giustizia, e rilascio attestato di profitto ai sensi dell'art. 71-bis delle disp. att. cod. civ.

pdf Scarica la domanda di iscrizione al corso in aula

Novità per la contabilizzazione del calore

Pubblicato in Ultime notizie

Contabilizzazione del Calore: ecco cosa cambia con il D.lgs. 102/2014

La contabilizzazione individuale del calore negli edifici condominiali, come sappiamo, è un tema molto complesso e ampiamente dibattuto, soprattutto negli ultimi mesi (vedi anche QualEnergia.it).

Ormai è l’ultima estate utile per adeguare gli impianti termici centralizzati entro il 31 dicembre 2016, se sussistono gli obblighi previsti dalla legge, dopodiché potranno scattare sanzioni a carico del condominio o dei singoli proprietari.

Ci sono alcune importanti novità nel decreto, appena approvato dal Consiglio dei Ministri, che modifica/corregge alcuni aspetti del D.lgs. 102/2014 che, a sua volta, accoglieva la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.

La principale correzione prevista dal provvedimento riguarda la possibilità di derogare alla norma UNI 10200. Spesso, infatti, nei grandi palazzi ci sono alcuni appartamenti che hanno un fabbisogno energetico molto più elevato rispetto a tutti gli altri, a causa delle maggiori dispersioni termiche.

Pensiamo, ad esempio, a un attico o un’abitazione al piano terra, vicino alle cantine. Ebbene, il nuovo decreto, in sintesi, stabilisce che se c’è una differenza superiore al 50% per il fabbisogno termico tra le singole unità immobiliari, allora si può cambiare il metodo di ripartizione delle spese.

In pratica, la quota totale a consumo del riscaldamento centralizzato non va più interamente suddivisa secondo i prelievi individuali, bensì per almeno il 70% in base ai prelievi effettivi di energia termica dei singoli appartamenti. Il restante 30%, invece, va ripartito con altri calcoli, ad esempio in base ai millesimi o ai metri quadri delle varie proprietà. In questo modo, in buona sostanza, si “socializza” una parte dell’extra costo che dovrebbero pagare gli inquilini di abitazioni un po’ svantaggiate, termicamente parlando.

Questa modifica potrebbe anche facilitare qualche investimento per la riqualificazione di tutto l’edificio. La considerazione potrebbe essere questa: se io, proprietario di un appartamento al secondo o terzo piano abbastanza ben isolato termicamente, anche perché magari ho già fatto sostituire gli infissi, devo accollarmi una parte delle maggiori spese individuali di riscaldamento di un’abitazione “svantaggiata”, allora potrei trovare un interesse comune nell’approvare un lavoro per migliorare l’efficienza dell’intero condominio (un cappotto termico sul tetto, per esempio).

È bene ricordare brevemente, a questo punto, quali sono i passi fondamentali da seguire per non rischiare inconvenienti e sanzioni. La prima cosa da verificare, quindi, è se è possibile installare sotto-contatori con cui misurare i consumi effettivi di ciascun appartamento.

Tuttavia, possono esserci delle impossibilità tecniche: il tipico esempio è il sistema di distribuzione “verticale” con colonne montanti, che servono caloriferi di abitazioni diverse su più piani. In questo caso, o se c’è inefficienza in termini di costi e sproporzione rispetto ai risparmi energetici potenziali, bisogna installare le valvole termostatiche e i ripartitori di calore su ogni singolo calorifero di ogni appartamento.

A livello generale, una novità introdotta dal decreto correttivo è la possibilità di destinare i proventi delle aste di CO2, non impegnati nell’arco di un anno, al costituendo fondo nazionale per l’efficienza energetica, incrementando così le risorse disponibili per finanziare interventi di riqualificazione in vari settori, dal residenziale alle pubbliche amministrazioni

Fonte: QualenErgia.it

 

Il Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 12/02/2015 prevede niente
sanzioni per gli invii tardivi delle CU senza dati per la precompilata.
Il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 12/02/2015 prevede che fermo
restando che tutte le certificazioni uniche che contengono dati da utilizzare per la
dichiarazione precompilata devono essere inviati entro il 09/03/2015, quelle
contenenti esclusivamente redditi non dichiarabili mediante mod 730 (come i redditi
di lavoro autonomo non occasionale) possono essere inviate anche dopo questa data,
senza applicazioni di sanzioni.
Nulla menzionando la circolare in relazione all’invio della certificazione cartacea ai
percepenti si ritiene che tale data resti ferma al 28/02/2015.


Lucia Canestraro.

14° Corso di aggiornamento 2015 (Ottobre 9, 16 e 23 - orario 14:30-19:30)

Il Corso di Aggiornamento UNAI è una carrellata sul contenuto dei diritti reali e personali, nelle realtà immobiliari collettive, ed in particolare nel condominio, sulle modalità di prova d’esistenza del diritto stesso e sulle modalità del suo esercizio; il tutto nel rispetto delle norme che sovrintendono alla materia.

Un percorso didattico e formativo di livello universitario, reinterpretato dalla maestria dei docenti e dei redattori del materiale didattico, per essere traslato nella realtà del condominio e degli amministratori di condominio che aspirano ad esercitare la professione ai più alti livelli cognitivi ed operativi.

Il costo è di 300,00 Euro.  Per i primi 50 iscritti, in ordine cronologico, il costo sarà di 150,00 euro.

Questa opportunità è riservata ad amministratori non associati ad UNAI, ed è accompagnata da una serie di altri servizi propri dell’iscritto UNAI. Per saperne di più

Per gli Associati UNAI in regola con il pagamento della quota la partecipazione è gratuita.

La sede provinciale di Roma organizza 16 sessioni nel 2015:

Il presente Corso di aggiornamento si terrà a Febbraio, nei giorni 13, 20 e 27 con frequenza mattutina dalle 8:30 alle 13:30 ed un limite di 50 partecipanti.

Programma


09 OTTOBRE       
ore 14:30-17:00    I titolari di diritti Reali    Avv. Filippo Maria Meschini
ore 17:00-19:30    Barriere architettoniche    Ing. Juan Pedro Grammaldo
       
16 OTTOBRE       
ore 14:30-17:00    La proprietà immobiliare    Avv. Alfio Paganii
ore 17:00-19:30    Catasto e conservatoria    Ing. Francesco Mazziotti
       
23 OTTOBRE       
ore 14:30-17:00    Beni e zone territoriali tutelate    Ing. Francesco Mazziotti
ore 17:00-19:30    Urbanistica e attività concessoria    Arch. Alessandro Zanotto

Il Corso verrà erogato solo al raggiungimento del numero minimo di 15 partecipanti.

Per iscriversi al Corso di Aggiornamento seguire la seguente procedura
  1. Registrarsi al sito UNAI cliccando sul lik “ Registrati” scegliendo come login il proprio cognome.nome e una password di proprio gradimento
  2. Cliccare sul link “Partecipa al corso online” e inserire la propria login e password
  3. Se si è iscritti ad UNAI, in regola con le quote associative prenotarsi al link “Prenotazione
  4. Se non si è già iscritti all’UNAI, acquistare il “Corso di Aggiornamento on line” e compilare la scheda di simpatizzante con la scelta fra Corso on line e Corso in aula (valida solo per Roma)
  5. Attendere la email con le proprie credenziali di accesso (corso on line) o con la conferma della propria prenotazione (corso in aula a Roma)
Posti disponibili: 50/50
Numero minimo per la tenuta del corso: 20 partecipanti

Contatti

Unai - Unione Nazionale Amministratori d'Immobili © - Credits: EsseQuamVideri Srl

Top Desktop version